News

Nuove date di iscrizione alla IV edizione di CINEDEAF

 

cartolina cinedeaf ufficiale 1-01La IV Edizione di Cinedeaf è stata rinviata, c’è ancora più tempo per presentare il tuo film al concorso !
NUOVA SCADENZA > 10 APRILE 2017

Vuoi sapere come iscrivere il tuo film al CINEDEAF? LEGGI QUI!

(presto on-line la nuova data del Festival!)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

CINEDEAF OFF. Aspettando il festival del cinema sordo

16299659_1393091450715148_6190696568436309152_o

 

Una serata dedicata al Cinema Sordo attraverso la visione di una selezione di opere vincitrici dell’ultima edizione della manifestazione. Una serata per raccontare l’esperienza unica dell’organizzazione di un festival indipendente e innovativo nel panorama dell’offerta culturale nazionale, che vede oggi in difficoltà l’organizzazione della sua 4° edizione.

PROGRAMMA
▶ 19.00. Presentazione

▶ 19.15. THE KISS di C. Swinbourne, UK,7′

▶ 19.25 IF I DON’T LOOSE di J.S Claire, UK, 15′

▶ 19.45. TALK CINEDEAF: OFF? con la proiezione dei cortometraggi:
CHE COSA E’ IL CINEMA SORDO? di V Spedicati, IT, 3′
A FAILURE TO COMMUNICATE di I Chan, AUS, 2′

Pausa.

▶ 20.30 HABANA MUDA di E. Brach, FR, 61′

 

Grazie a un’idea di Arthouse Pigneto, in attesa del via ufficiale all’organizzazione della 4° edizione del Festival, il Cinedeaf torna al Cinema Aquila dove la manifestazione ha avuto inizio nel 2012.
Lo SCCA – Spazio Comune Cinema Aquila apre infatti le porte a una serata dedicata al Cinema Sordo a supporto della realizzazione dell’edizione 2017 del festival.

Dalle ore 19, venerdì 3 febbraio, verrà raccontato attraverso interventi e proiezioni che cos’è il Cinema Sordo, quanto è stato fatto finora per la sua promozione e quanto si rischia di perdere a causa di un mancato interessamento istituzionale concreto alle attività dell’Istituto Statale Sordi di Roma, ente promotore dell’iniziativa.

Tra i film in programma, Habana Muda del regista francese Erich Brach, vincitore della sezione DOC Cinedeaf 2015 e del premio speciale della giuria al NewFest 2011 – New York’s LGBT Film Festival, docu-fiction che affronta, seguendo la vita intima di Chino un giovane sordo cubano, tematiche complesse e diverse tra loro quali la sordità, l’omosessualità e l’emigrazione.

L’evento è gratuito.

È garantito il servizio di interpretariato LIS. Tutte le proiezioni sono in lingua originale con sottotitoli.

Si ringraziano per la collaborazione Municipio V, Spazio Comune Cinema Aquila e Anios – associazione interpreti di Lingua dei Segni Italiana (LIS)

 


Debutta a ‘TREND’ TRIBES di Nina Raine

IMG-20151104-WA0009

Specchio di una realtà in cui anche gli amori più forti vengono travolti dall’incapacità di ascoltare l’altro, Tribes di Nina Raine è una commedia viva, politicamente scorretta e dall’ironia feroce. Muovendo dalle vicende di una famiglia dove quasi tutti sentono ma nessuno ascolta, racconta il disagio di vivere in un mondo che non accoglie più ma respinge con ferocia e disinteresse. Di fronte alla brutalità del mondo rimangono due alternative: implodere nel microcosmo famigliare o bruciarsi nel tentativo di vivere fuori. Già rappresentato con grande successo al Royal Court Theatre di Londra e al Barrow Street Theatre, off-Broadway, è stato presentato per la prima volta in Italia il 2 e 3 novembre al Teatro Belli di Roma. Ma quello messo in scena da Elena Sbardella è anche un piccolo miracolo. In soli due mesi, con l’aiuto dell’Istituto Statale Sordi – Roma, Anna Rosa Rinaldi e Giulia Cosentino, è riuscita nel difficile compito di assemblare un gruppo di attori sordi e udenti creando un riuscitissimo insieme di lingua dei segni e lingua parlata. Bravissimo l’esordiente Federico D’Andrea nel ruolo di Billy, l’unico figlio sordo, e bravissima Alice Spisa per la prima volta alle prese con la recitazione in LIS (Lingua dei Segni Italiana). Ne esce una rappresentazione in cui la vitalità debordante del testo di Nina Raine si trasforma in una performance intensissima eppure mai sopra le righe. Merito anche di un gruppo di attori che è riuscito a dare spessore senza mai sovrapporsi l’uno all’altro: Stefano Santospago, eccezionale nel ruolo di Daniel, e poi Ludovica Modugno, Barbara Giordano, Luchino Giordana e Deborah Donadio. Una splendida prova corale, questa curata da Elena Sbardella, che forse fa ben sperare per un mondo diverso da quello raccontato dal testo di Nina Raine.

Luca Des Dorides

 —

tribes

TREND – Rassegna a cura di Rodolfo Di Giammarco

TRIBES di Nina Raine

2-3 novembre 2015 – Teatro Belli (Roma)
con Stefano Santospago, Ludovica Modugno, Barbara Giordano, Luchino Giordana, Federico D’Andrea, Alice Spisa. E con Deborah Donadio, attrice e consulente LIS.
Rosa Anna Rinaldi, aiuto regia per la LIS
Giulia Cosentino assistente alla regia e responsabile organizzativo
Documentazione video Angelo Loy
traduzione di Enrico Luttmann
mise en espace a cura di Elena Sbardella
produzione Miakira Ozu Creative Media Ltd
con la collaborazione dell’Istituto Statale Sordi – Roma (ISSR)
Un grazie speciale a Giulia Porcari e Domitilla Ruffo, dell’agenzia letteraria Tolnay
Un grazie particolare a Norma Martelli, Francesca Di Meo e Luca Des Dorides

Tutte le news

Eventi Speciali


Programma

Vai

Biglietti

Vai

Servizi

vai

Diventa Partner

Il Cinedeaf è fatto dalle persone per le persone, per questo è innanzitutto un festival di rete tra le organizzazioni, sul territorio, con le istituzioni e il privato.
Il Cinedeaf è unico, per questo può contare su un pubblico numeroso e fidelizzato.
Il Cinedeaf è ambizioso, per questo si è messo in testa di garantire accessibilità al 100% per il suo pubblico, attraverso sottotitolazione e interpretariato a partire da un numero minimo di 4 lingue contemporaneamente: italiano, inglese, lingua dei segni italiana e internazionale.
Il Cinedeaf è necessario, per questo vogliamo costruire partnership di valore che durino nel tempo, all’insegna di scambio e crescita reciproci.

Entra nel nostro multiverso e diventa partner del Cinedeaf, puoi:

# rendere visibile la tua presenza e veicolare il tuo brand insieme al Festival
# dare il nome del tuo marchio all’iniziativa (main partner)
# rendere speciali i tuoi momenti di comunicazione e legare l’immagine delle tua azienda a un momento preciso del Festival: un evento, un incontro professionale o un servizio accessorio (accessibilità, baby sitting, food & beverage, allestimenti, gadget, gift, ecc.)
# promuovere le tue attività commerciali e presentare i tuoi prodotti e servizi all’interno del Festival
# istituire un premio o un concorso speciale
# presentare un’iniziativa da inserire all’interno del nostro programma culturale

CONTATTACI

Partners

Location

 

Teatro Palladium

Piazza Bartolomeo Romano, 8 00154 – Roma